Numéros publiés


2017| 27
2016| 26 25
2015| 24 23
2014| 22 21
2013| 20 19 18
2012| 17
2011| 16 15 14
2010| 13 12 11
2009| 10 9
2008| 8
2007| 7 6
2006| 4
2005| 3 2 1
2004| 0

Lectures

Carnets de lectures

Actualités

Appel à comm

Prochains Numéros

La revue

Ligne éditoriale

Comités de rédaction

Normes de rédaction

Mentions légales

Versione PDF

Caro Sergio...

Luisa VILLA


Caro Sergio,
per il tuo pensionamento
tra il pianto e il riso
ti scrivo una poesia.
Per metro è stentata,
per rima è scontata,
ma è il cuore a dettarla
ed è tutta mia.


Caro Sergio,
in questo frangente
va il pensiero
ai bei giorni passati:
tutti i fatti e i misfatti,
i Rettori e la Gatti,
gli studenti e i colleghi,
i Consigli e i Senati.


Caro Sergio,
che con fantasia
ci hai guidati
in perigliosi anni:
bravamente al timone
del nostro barcone,
senza darti delle arie,
senza fare troppi danni.


Caro Sergio,
tra siti web e banche dati
ti sei sempre
fieramente destreggiato,
e l’E-Learning, il tuo pallino,
ci ha strappato un sorrisino
ma alla fine
lo abbiamo apprezzato.


Caro Sergio,
e che dire del Tempo
che ci ha ordito
questa surreale trama?
Per un po’ cammina lento,
poi accelera violento,
ci strapazza e ci divora
con brutale brama.


Caro Sergio,
ci hai insegnato a sorriderne!
Questa è certo la lezione
più perfetta;
l’altra, di cui faccio tesoro
e che vale più dell’oro,
la diciamo in genovese:
chi nu cianze nu tetta.

	 
  
Luisa Villa
Ottobre 2015

Pour citer cet article :

Luisa VILLA, Caro Sergio..., Du labyrinthe à la toile / Dal labirinto alla rete , Publifarum, n. 26, pubblicato il 31/05/2016, consultato il 24/05/2017, url: http://publifarum.farum.it/ezine_articles.php?id=357

 

Dipartimento di Lingue e Culture Moderne - Università di Genova
Open Access Journal - ISSN électronique 1824-7482

Site réalisé avec DOMUS