Varsavia, Berlino, Roma: carceri come «lieux de mémoire»
Foto di Barbara Cardini
HTML

Come citare

QuercioliL. (2020). Varsavia, Berlino, Roma: carceri come «lieux de mémoire». Publifarum, (32). URL da http://publifarum.farum.it/index.php/publifarum/article/view/254

Abstract

L‘articolo propone una “passeggiata” per tre capitali, nel corso della quale ci si sofferma in alcuni luoghi indicativi del rapporto con la memoria sociale e con le politiche storiche dei tre differenti paesi. Si tratta di strutture già adibite a carcere, trasformate in musei e memoriali. La loro architettura e il loro allestimento sono sintomatiche non solo di come il discorso pubblico si riferisca alla storia nazionale più o meno recente, ma anche all’istituzione carceraria in genere. Il Museo-Memoriale più recente qui menzionato è Le Celle della Polizia Segreta a Varsavia (2018); l’edificio più antico è il Carcere Mamertino di Roma, risalente al VII sec. p.e.v.

HTML

La rivista elettronica Publifarum diventa proprietaria dei diritti d'autore degli articoli selezionati dal Comitato di Redazione. Nessun testo accettato potrà essere pubblicato altrove, senza previo accordo con i responsabili della rivista. Nessun compenso sarà pagato agli autori. In caso di mancata accettazione dell'articolo, la rivista dà all'autore il diritto di presentare il suo testo altrove.

La rivista pubblica in Open Acces.